Ryanair cambia la policy sui bagagli

Imbarcare i bagagli sui voli Ryanair costerà di meno. E, soprattutto, sarà aumentato il peso consentito per le valigie. Sono queste alcune delle novità della politica sui bagagli annunciata dalla compagnia aerea. Le nuove regole entreranno in vigore il prossimo primo novembre, come precisato dalla stessa low cost in un comunicato. Le norme saranno applicate a tutti i voli in partenza da questa data, indipendentemente da quando è stata effettuata la prenotazione.

Le nuove regole riguardano sia le dimensioni sia i costi dei bagagli da imbarcare. Nuove norme anche su ciò che sarà possibile portare in cabina.

Sono sostanzialmente tre le novità nella policy di Ryanair:

La tolleranza per il peso dei bagagli imbarcati salirà da 15 a 20 chili

Il costo del bagaglio imbarcato scenderà da 35 euro a 25 euro, se acquistato al momento della prenotazione Nel caso in cui il bagaglio venga comprato successivamente (o anche in aeroporto) il costo sarà di 40 euro.

Il secondo bagaglio a mano, introdotto solo recentemente dalla compagnia aerea. Il cambio di policy prevede che solo i passeggeri che hanno acquistato l’opzione di imbarco prioritario (la costo di 5 euro al momento della prenotazione o di 6 euro fino a un’ora prima della partenza) possano portare in cabina due bagagli, ovvero uno di dimensioni normali (55x40x20 cm) e uno più piccolo (35x20x20 cm).

Coloro che non hanno scelto l’imbarco prioritario, invece, potranno portare in cabina solo il bagaglio più piccolo; il più grande, invece, verrà caricato in stiva senza nessun costo aggiuntivo.
Ryanair precisa che al gate ci saranno due code: una per l’imbarco prioritario (con due bagagli) e una per gli altri passeggeri (con un bagaglio solo); per questi ultimi, il bagaglio sarà portato in stiva direttamente al gate.

Per i passeggeri che viaggiano con neonati, sarà possibile imbarcare una piccola ‘baby bag’  del peso massimo di 5 chili.

Il motivo delle nuove norme? Velocizzare i tempi di imbarco, visti i rallentamenti che hanno subito le operazioni nei periodi di picco.

Fonte: TTG Italia

Posted on 10 settembre 2017 in Destinazioni, News

Share the Story

About the Author

Pierluigi Polignano. Economista del Turismo, fondatore di “Made in Puglia®”

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top