Dal pappagallo al pesce rosso: le regole delle compagnie aeree

Vuoi portare in aereo un coniglio? Viaggia con Meridiana; se hai un pesce rosso invece, lo puoi portare con Vueling e Delta, mentre se vivi in compagnia di un furetto, potete volare con Alitalia o Blue Panorama.

In un’estate in cui si moltiplicano le strutture turistiche disposte ad accettare animali da compagnia e in cui le spiagge per i quattro zampe sono l’ultimo trend, non tutte le compagnie aeree accettano la presenza di animali a bordo, e non tutte caricano tutti i tipi di animali.  Ryanair o easyJet, non accettano nessun animale, né a bordo né in stiva.

Ad esempio, volatili di vario genere sono ammessi da Vueling, Iberia, Delta, United e Turkish, ma non da airberlin, che apre invece le porte ai roditori.

Una giungla nel vero senso della parola, anche per quanto riguarda il peso ammesso a bordo: innanzitutto si possono trasportare solo animali di piccola taglia;  la maggiore disponibilità in termini di peso è quella di Delta, che si ferma a 23 chilogrammi, contro gli 8 della maggior parte delle compagnie.
I costi invece, variano da vettore a vettore, partono da 20 € sino a raggiungere i 200 €.

volare_animali_infographic

Posted on 12 settembre 2017 in Fun, Journal, News, Places

Share the Story

About the Author

Pierluigi Polignano. Economista del Turismo, fondatore di "Made in Puglia®"

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top